un motivo per non fare promozione

di marcoparlato

La psicologia inversa mi ha sempre convinto poco .
Persino quando ascolto la radio, e sento uno spot del tipo “Non ascoltare questo spot!”, io subito cambio stazione. Anzi, prima dico “Va bene”, anche se sono da solo in macchina.
“Va bene”, e cambio stazione.

E quando la psicologia inversa è applicata alla promozione di un libro è ancora peggio.
Come i dieci motivi per non leggere questo libro.
Troppo emozionante, troppo controcorrente, rompe troppe regole del genere e quindi, se non siete abituati, non fa per voi!
Mi ricorda un pochino le persone che elencano i propri difetti.
Troppo buono, troppo generoso, ascolto troppo le persone, penso poco a me stesso e troppo agli altri, troppo entusiasta, se non sei abituato, peggio per te!

Se questi sono i difetti, dovremmo subito metterci al lavoro per procurarci un paio di miliardi di aureole. Per le persone, e per i libri.

Annunci