due cose sulla scrittura – ripresa

di marcoparlato

 

La prima, l’ho scritta.
La seconda.
Viene fuori davanti alla richiesta di informazioni su cosa sto scrivendo.
Che io ho un problema, e non dico di averlo per convinzione, è, purtroppo, comprovato.

Senza indagare sulle cause, se io cominciassi a parlare di cosa sto scrivendo, non finirei di scriverlo.
È come se il desiderio di liberarsi del monolite, quello citato nella prima cosa, venisse esorcizzato, parlandone.
Come quando dovete togliervi un peso dallo stomaco. Oh, devo dirti una cosa! E guardate con gli occhi spalancati un vostro amico, il salumiere, un cane randagio, lo specchio.
Ecco. Una volta detta ve ne sarete liberati.
Io invece devo tenermela e liberarmene pianino, da solo.

Annunci