prima di morire

di marcoparlato

Quando leggo gli articoli del tipo “i libri da leggere prima di morire”, non mi faccio prendere dall’ansia, non ho questo gran terrore, ma neppure riesco a figurarmi una situazione di tranquillità.

So che quel “prima di morire” è un tono sensazionalistico. La lista dei libri stilata nell’articolo è intesa da leggersi durante la propria vita. Ma detto così annoia molto.
Il problema è che io, davanti ai libri da leggere prima di morire, immagino sempre un moribondo, uno che ha capito che il suo momento sta per arrivare – che sarà vero, che uno capisce che il suo momento sta per arrivare? Come il treno sulla banchina della metro?

Comunque questo moribondo si affretta a leggere, ad accantonare libri su libri, deve muoversi o altrimenti non ce la farà.
E mentre sta leggendo l’ennesimo libro della lista non si accorge nemmeno di avere concluso l’ultimo a sua disposizione.

Annunci