una sorta di disinfettante

di marcoparlato

Pavese_Mobi_Dick

Secondo me, questo continuo fumare doveva essere stata almeno una delle cause della sua particolare disposizione. Poiché ognuno sa che quest’aria terrena, sia a terra che in mare, è terribilmente infetta dalle indicibili infelicità degli innumerevoli uomini che sono morti esalandola, e come al tempo del colera certuni vanno in giro con un fazzoletto canforato sulla bocca, così, allo stesso modo, contro tutte le tribolazioni mortali, il fumo di tabacco di Stubb poteva aver operato come una sorta di disinfettante.

[Herman Melville, Moby Dick o la balena, traduzione di Cesare Pavese, Adelphi, 1994]

Annunci