sentimentalismi

di marcoparlato

pickwick

Gli uccelli che, fortunatamente per la loro serenità di spirito e per la loro tranquillità personale, erano beatamente all’oscuro dei preparativi in atto per sgominarli, salutarono quel primo di settembre come una delle più belle mattine della stagione. Parecchie giovani pernici che si pavoneggiavano orgogliosamente fra le stoppie con tutta la civetteria e la spensieratezza della gioventù e molte altre pernici più attempate che osservavano quelle frivolezze con i loro occhietti rotondi, ostentando una sprezzante superiorità di uccelli saggi ed esperti – sia le une che le altre inconsapevoli del loro imminente destino – si concedevano al sole e alla fresca aria mattutina; poche ore dopo giacevano a terra stecchite. Ma ecco che stiamo diventando sentimentali… Basta, andiamo avanti.

[Charles Dickens, Il Circolo Pickwick, traduzione di Riccardo Reim, Newton Compton 2012]

Annunci