due soli

di marcoparlato

pickwick

Quella specie di servitore esattissimo e universale che è il sole era appena sorto e aveva iniziato a diffondere i suoi raggi sul mattino del tredici maggio milleottocentoventisette, quando Mr. Samuel Pickwick, come un secondo sole, si riscosse dal sonno, spalancò la finestra della sua camera e guardò il mondo sottostante. Goswell Street giaceva ai suoi piedi: Goswell Street si stendeva alla sua destra, a perdita d’occhio, Goswell Street continuava altrettanto a sinistra; e di fronte a lui si ergeva l’opposto lato di Goswell Street. «Allo stesso modo», pensò Mr. Pickwick, «sono fatte le anguste vedute di quei filosofi che, paghi dell’apparenza esterna delle cose, non indagano le verità che vi si celano. Allo stesso modo, io potrei accontentarmi di restarmene qui a contemplare Goswell Street tutta la vita, senza compiere il minimo sforzo per esplorare le recondite contrade che da ogni lato la circondano»

[Charles Dickens, Il Circolo Pickwick, traduzione di Riccardo Reim, Newton Compton 2012]

Annunci